Serata grandi fotografi: Jerry Uelsmann
Serata grandi fotografi: Jerry Uelsmann

Quando: martedì 7 novembre 2017, ore 21.00
Dove: Brescia, SpazioAref, Piazza della Loggia, 11/f
Conversazione sul fotografo Jerry Uelsmman a cura di Walter Pescara.

L'incontro è riservato ai soci NESSUNO[press].

Jerry Uelsmann è nato nel 1934 a Detroit. Dopo il Bachelor e il successivo master in Belle Arti ha realizzato varie mostre tra le quali, nel 1967, una personale al Moma che gli ha permesso di vincere il prestigioso Guggenheim Fellowship, Nel 1966 inizia a insegnare fotografia all’Indiana University. Jerry Uelsmann è considerato uno dei grandi maestri della fotografia americana in quanto è stato capace di influenzare l’ambiente fin dagli anni 60, proponendo un nuovo concetto di estetica ed un nuovo linguaggio fotografico. Con le sue metafore surrealiste, Uelsmann attua una vera e propria rivoluzione nella fotografia, diventando il precursore di quella tecnica che oggi viene definita manipolazione digitale delle immagini. La manipolazione messa in atto da Uelsmann è però di tipo “analogico”, egli continua infatti a lavorare con pellicole negative e carta ai sali d’argento. In fase di scatto, Uelsmann utilizza una reflex, ma in camera oscura arriva ad usare fino a dodici ingranditori. Ogni negativo va in un ingranditore diverso e la carta fotosensibile viene spostata da un ingranditore all’altro al fine di avere più esposizioni sulla stampa finale. Il talento del fotografo consiste nel riuscire a creare in ogni opera fotografica un mondo onirico, surreale, ricco di significati diversi e in tal senso avremo modo di osservare criticamente e in modo comparativo alcuni lavori svolti da altri grandi maestri della fotografia surrealista. Ogni opera è unica, capace di evocare quell’insieme di stupore, meraviglia, perplessità ed inquietudine che sono le note di tipiche delle fotografie di Uelsmann.

 

Walter Pescara, fotoreporter professionista per riviste nazionali e internazionali specializzato in fotoreportage e fotografia delle arti performative. Attualmente docente di fotografia all’Accademia delle Belle Arti LABA di Brescia